Cassazione, ordinanza della Corte in materia di segnaletica stradale. Attenzione a dove sono collocati i cartelli che indicano l’autovelox

Importante decisione della Corte di Cassazione in materia di segnaletica (e, di conseguenza, della validità delle eventuali sanzioni amministrative in violazione del Codice della Strada).. La questione sollevata è la seguente: nel caso di un’arteria a doppio senso di circolazione con la presenza di un cartello stradale (posto solo in un senso di marcia) che avvisa gli automobilisti della presenza dell’autovelox, l’indicazione ha valore per le due carreggiate e soltanto per quella sul lato della quale è presente il cartello? 
La risposta viene fornita dalla Cassazione con l’ordinanza n. 17205/17. I segnali stradali, precisa la Corte, operano come un "provvedimento amministrativo espresso" nei confronti di chi, "nella condotta di guida, lo percepisce e, dunque, nel senso della sua marcia". Pertanto, quando il cartello è posto in una sola direzione mentre, nel senso opposto di marcia, non risulta la presenza di alcun segnale simile, il segnale non ha validità in quest’ultimo lato della strada, ma solo nel primo.
Luigi Giorgetti
per SNACHANNEL.IT